Fasi delle vene varicose

Dolore alle gambe con vene varicose

Ad oggi sono stati studiati tutti i sintomi e le manifestazioni delle vene varicose, di cui soffrono uomini e donne di età diverse. Ciò consente una diagnosi e un trattamento tempestivi. Per scoprire quanti stadi di vene varicose esistono e quali cambiamenti corrispondono a ciascuno di essi, proviamo oltre.

Fasi delle vene varicose degli arti inferiori

È estremamente importante avere informazioni dettagliate sugli stadi delle vene varicose. Ciò consente di adottare misure preventive e mantenere la salute delle gambe ed evitare seri problemi. Qualsiasi disagio agli arti inferiori, affaticamento e gonfiore possono essere i primi segni di vene varicose nelle prime fasi. Per capire con quale livello del problema abbiamo a che fare, è necessario familiarizzare con le fasi dello sviluppo della malattia. Esistono diverse classificazioni e fasi delle vene varicose, che consentono di determinare i segni della malattia venosa.

Classificazione in stadio delle vene varicose delle estremità secondo CEAP

I flebologi di tutto il mondo utilizzano la classificazione CEAP per determinare lo stadio delle vene varicose degli arti inferiori. Divide la malattia in 7 fasi:

  • C0 - nessun segno visibile di vene varicose degli arti inferiori. La fase iniziale può essere caratterizzata da affaticamento alle gambe, il paziente lamenta crampi e una sensazione di pesantezza.
  • C1 - manifestazione di telangiectasia - rete capillare sottocutanea, una leggera espansione delle vene reticolari con un diametro non superiore a 2-3 mm. In questa fase delle vene varicose, oltre alle vene varicose, possono essere diagnosticati disturbi emodinamici e altri sintomi di insufficienza venosa. Le vene varicose iniziali non richiedono un intervento chirurgico. Le procedure per la sua eliminazione sono puramente estetiche.
  • C2 - vene varicose visibili. In questa fase sono chiaramente visibili vene sottocutanee con un diametro superiore a 3 mm, vene varicose e protuberanze. La valvola della vena superficiale non funziona correttamente, il che interrompe la microcircolazione sanguigna. Se la fase iniziale delle vene varicose non richiede un intervento chirurgico, il medico può offrire di risolvere il problema utilizzando moderni metodi chirurgici.
  • C3 - In questa fase delle vene varicose, oltre ai cambiamenti visibili nelle vene, si aggiunge l'edema delle estremità. Questo preoccupa regolarmente il paziente e provoca ulteriore disagio quando si cammina. In questa fase viene spesso utilizzato un approccio integrato al trattamento delle vene varicose degli arti inferiori. Ciò include una diagnosi approfondita, un trattamento farmacologico, un intervento chirurgico e un'osservazione a lungo termine da parte di uno specialista.
  • C4 - possono comparire scolorimento e assottigliamento della pelle, prurito, bruciore e, di conseguenza, eczema venoso. Nella zona dei cambiamenti trofici, i tessuti acquisiscono una tinta marrone, l'area infiammata può diventare umida e incrostata. Se non trattate, tali vene varicose possono progredire verso uno stadio più grave della malattia. Nella maggior parte dei casi, l'eczema venoso non è facilmente reversibile.
  • C5 - ulcera trofica guarita. C6 - ulcera trofica aperta. Entrambe le fasi delle vene varicose delle gambe si manifestano con una violazione dell'integrità della pelle e causano un dolore insopportabile al paziente. Inoltre, un'ulcera allo stomaco porta a una diminuzione generale dell'immunità del corpo. Le ferite aperte persistenti servono come terreno fertile per varie infezioni che possono aggravare la condizione. Le vene varicose trofiche delle gambe sono l'ultimo stadio, il cui trattamento prevede la rimozione di una vena malata. Il trattamento locale non dà risultati.

Dovrebbe essere chiaro che non solo le vene varicose delle gambe allo stadio C6 possono causare un'ulcera allo stomaco. Ci sono altre malattie che sono fattori chiave nello sviluppo delle ulcere trofiche. I metodi di trattamento sono completamente diversi per ogni singolo caso, quindi è estremamente importante fare una diagnosi accurata.

Il primo stadio delle vene varicose: descrizione e sintomi

Per conoscere le fasi delle vene varicose degli arti inferiori a scopo informativo, viene utilizzata una classificazione più ristretta della malattia.

La fase compensatoria, quando le vene varicose sono le meno pronunciate, è la fase iniziale, che è caratterizzata da un leggero fastidio alle gambe durante le lunghe passeggiate o il lavoro e la presenza di vene varicose. La parete delle navi non mostra alcuna deformazione pronunciata. Il pericolo dello stadio delle vene varicose è che la malattia è asintomatica. I meccanismi innati del corpo intraprendono la "correzione" dei disturbi nei vasi venosi, compensando il loro lavoro a tutti gli effetti.

Segni di vene varicose nelle prime fasi

  • stanchezza e pesantezza alle gambe;
  • Piccolo gonfiore;
  • crampi;
  • La presenza di vene varicose.

Come fermare le vene varicose nelle prime fasi?

Quando compaiono i primi sintomi, assicurati di consultare un medico. La fase 1 delle vene varicose è una condizione estetica. Se la diagnosi non ha rivelato altri prerequisiti ed ereditarietà "cattiva", allora si può parlare di una forma lieve della malattia associata allo stile di vita piuttosto che di un'eziologia più grave, inoltre si possono minimizzare i rischi seguendo semplici consigli per la fase iniziale di vene varicose:

  • Condurre uno stile di vita attivo: corsa, camminata, nuoto, ecc. ;
  • Non aumentare di peso;
  • indossare scarpe comode;
  • Fai esercizi speciali per le gambe.

Vene varicose stadio 2: descrizione e sintomi

Lo stadio di sottocompensazione: le vene varicose sulle gambe diventano più evidenti e i sintomi si intensificano. Aggiunti dolori doloranti e crampi frequenti. La pelle può acquisire una sfumatura bluastra e c'è una sensazione di bruciore e prurito nel sito di noduli venosi e protuberanze. In questa fase delle vene varicose, si raccomanda la chirurgia mininvasiva, l'EVLT e l'uso di calze compressive.

Vene varicose stadio 3: descrizione e sintomi

Lo stadio di scompenso è l'ultimo stadio delle vene varicose, caratterizzato da gravi interruzioni nel lavoro della circolazione sanguigna venosa. Le funzioni dell'organismo non vengono svolte ei meccanismi compensativi non assolvono più ai loro compiti.

In questa fase dello sviluppo delle vene varicose, si verifica l'iperpigmentazione della pelle, i tessuti non sono adeguatamente nutriti, si esauriscono, il che porta alla formazione di ulcere trofiche. Le vene sono soggette a grave deformazione, può svilupparsi tromboflebite. Se non trattate adeguatamente, le vene varicose di stadio 3 possono causare gravi danni alla salute e conseguenze anche irreversibili.

In alcune fonti si distinguono le vene varicose allo stadio 4, che di norma corrisponde alla classificazione C6. In tutte le fasi dello sviluppo delle vene varicose, è necessario prestare particolare attenzione alla qualità del processo di trattamento. Solo un approccio integrato otterrà un risultato efficace, eliminando non solo i sintomi, ma anche la causa della malattia.

Come agente venotonico, molti esperti raccomandano un farmaco francese che si è dimostrato un agente angioprotettivo che migliora la circolazione sanguigna e ha un effetto drenante sul sistema linfatico. L'assunzione di pillole è consigliabile non solo nelle prime fasi delle vene varicose, ma anche nelle fasi di riabilitazione dopo un decorso più grave della malattia. Il dosaggio e i tempi di assunzione del farmaco sono determinati solo dal medico curante.